Ristrutturazione casa Toffoletto in Pasquee

Vezio 2015-2016

Il tema di progetto è il recupero di un’abitazione nel nucleo vecchio di Vezio dove si notano già interventi simili realizzati in fasi e tempi successivi.
La casa esistente, incastrata tra le altre costruzioni e che si affaccia con una delle sue due facciate sulla piazza Pasquée, necessita di una sostanziale ristrutturazione perché non corrisponde più alle esigenze funzionali e spaziali. Inoltre sia dal punto di vista strutturale che energetico la situazione è insufficiente.
La disposizione degli ambienti interni acquista finalmente delle qualità spaziali grazie al nuovo vano scala disposto quasi al centro della stretta pianta e che crea verso le facciate due locali illuminati da luce naturale.
Al piano terra si trovano un ampio atrio d’entrata e un piccolo studio mentre il primo piano è destinato alla camera da letto con un bagno.
Al secondo piano, dove l’esposizione e la vista sono migliori, si ricavano un grande spazio trasversale dove trovano posto la cucina e il soggiorno con un piccolo balcone che sostituisce quello esistente in cemento e poco utilizzabile del piano inferiore.
Al piano seminterrato, demolendo i muri interni che ora dividono il locale e ampliando l’ingresso, si ricavano un angolo per il riscaldamento a termopompa e un atelier o deposito.
L’edificio riprende in ogni sua parte principale i materiali e le forme tradizionali del nucleo.
Il tetto è in legno con una copertura in coppi e le facciate, trattate con intonaco fine di colore rosso, sono ridisegnate secondo lo schema caratteristico. Seguendo la nuova pianta le fenditure mirate, disposte asimmetricamente ma allineate sul lato, illuminano i locali dei primi due piani mentre al terzo due grandi aperture spalancano la zona giorno alla vista e alla luce.
I muri contro terra devono essere impermeabilizzati e protetti da una controparete in calcestruzzo. Anche la platea deve essere impermeabilizzata e isolata termicamente con uno strato di poliuretano estruso di 12 cm.
Le solette vengono costruite nuovamente in cemento armato e la scala realizzata in ferro con le pedate in legno.
Le murature perimetrali in pietra esistenti sono isolate termicamente con uno strato di lana di vetro di 8 cm e rivestite internamente in cartongesso tinteggiato al minerale.
Per il nuovo tetto in carpenteria di legno si prevede un’isolazione termica in lana di vetro di 16 cm rivestita a pannelli di abete.
I serramenti sono in legno/metallo con tripli vetri isolanti, mentre i pavimenti sono in legno ai piani superiori, in granito al pianterreno e in betoncino corazzato liscio nell’atelier.
Per il riscaldamento a serpentine è prevista una pompa di calore aria-aria nel piano seminterrato.

Franco Poretti

Click to view Click to view Click to view Click to view Click to view Click to view Click to view Click to view Click to view